Oltre ai servizi in ospedale, e in genere in strutture che richiedono la nostra presenza come dottori del sorriso, una menzione a parte meritano alcune particolari esperienze svolte in diverse parti d'Italia e all'estero, della durata di più giorni.

 

Clown in Belarus (2011 e seguenti)

È la nostra missione principe, quella che si svolge ogni anno in primavera: un gruppo di clown scelti parte alla volta della Bielorussia, armato di entusiasmo e naso rosso per trascorrere una settimana intera, a bordo di un pulmino e affiancato da un interprete, facendo servizio di clownterapia in ospedali e istituti sparsi sul territorio. Nel corso degli anni sono stati seguiti itinerari differenti, in modo da cercare di coprire varie zone e città (Minsk, Brest, Vitebsk, Gomel, Pinsk, ma senza tralasciare cittadine e villaggi meno conosciuti). L'obiettivo è sempre lo stesso: portare nella vita quotidiana di questi bimbi un po' di allegria, regalare loro una giornata all'insegna del divertimento e della spensieratezza, dispensare loro gli abbracci e i sorrisi che non sempre possono ricevere.

 

Progetto Emilia (Estate 2012)

Durante tutta l'estate 2012 ci siamo recati ogni weekend, a piccoli gruppi, nella terremotata Emilia, al campo allestito dalle “Misericordie”, a San Felice sul Panaro. Il servizio consisteva nell’organizzare giochi, balli, attività ludiche di vario tipo per i bambini ospiti del campo (nonostante spesso anche gli adulti si lasciassero coinvolgere). È stata un'esperienza che ci ha molto colpito: eravamo a stretto contatto con persone che avevano perso la loro abitazione, in molti casi un amico o un membro della famiglia, ma che ancora erano capaci di sorridere e apprezzare i momenti di svago che trascorrevano insieme a noi.

 

Abruzzo (2014 e seguenti)

Nell'aprile 2014 alcuni clown volontari si sono recati per qualche giorno nell'Abruzzo ancora segnato dal terremoto di cinque anni prima. Accompagnati dai volontari della Protezione Civile di Brescia, i nostri compagni hanno potuto vedere con i propri occhi quei luoghi, le strade vuote e le macerie silenziose e abbandonate di Paganica, L'Aquila, Onna. In questa terra i nostri clown hanno portato la loro allegria in una Casa di Riposo, una Casa Famiglia e all'Ospedale de L'Aquila, partecipando infine alla fiaccolata in ricordo delle vittime.